Sgv, Mestre 9 maggio direttivo: Fb, tra cronaca e manipolazione dei dati

In Formazione, Sindacato Giornalisti by SGV Redazione

Il direttivo del Sindacato giornalisti veneto è convocato il 9 maggio a Mestre nello spazio Open Testolini in via Paganello a Mestre dalle 9. Una seduta straordinaria per consentire ai colleghi di partecipare a un corso formativo di estrema utilità per chi svolge quotidianamente il mestiere di giornalista. Si tratta di un’occasione irripetibile per prendere consapevolezza delle insidie e dei rischi legati all’utilizzo dei social media e dei dati messi in Rete dentro la cronaca.

Saranno i giornalisti Roberto Reale, studioso di fenomenologia della comunicazione e dell’evoluzione dei media e Maria Teresa Laudando, autrice di programmi e progetti crossmediali per la Rai, ad approfondire gli aspetti legati alla nostra professione rispetto alla vicenda che ha visto il colosso Facebook sotto accusa per lo scandalo Cambridge Analytica. L’iscrizione tramite Sigef (sezione Enti formatori terzi) https://sigef-odg.lansystems.it/sigef/, che deve avvenire entro il 7 maggio, dà la possibilità di ottenere 4 crediti.

Questo il programma

Ore 9: Giornalismo e democrazia al tempo dei social network. Quando è esploso il caso della cessione di dati personali degli utenti da Facebook a Cambridge Analytica, i titoli dei più importanti giornali italiani si sono concentrati principalmente sul crollo in borsa delle azioni del social network più popolare al mondo e delle clamorose difficoltà del golden boy del primo ventennio di questo millennio, Mark Zuckerberg, chiamato dal governo inglese e dal Parlamento europeo a rispondere della manipolazione delle reti sociali all’interno del suo network.

Ore 10: La manipolazione dei dati. Solo la lettura più approfondita delle cronache ha rivelato il vero pericolo nascosto dietro la manipolazione dei dati, orchestrata dal coordinatore della campagna elettorale di Trump e suo responsabile della comunicazione fino a pochi mesi fa, Steve Bannon, e dall’oscuro miliardario finanziatore delle campagne dell’ultra destra americana, Robert Mercer.

Il pericolo che le elezioni del Presidente degli Stati Uniti e il referendum per la Brexit siano stati pesantemente condizionati attraverso Facebook, con l’obiettivo di staccare la Gran Bretagna dall’Europa per legarla agli USA e modificare così gli equilibri del pianeta sembra essere ben più che un’ipotesi.

Ore 11: L’inchiesta giornalistica di Carol Cadwalladr.  La scoperta di questo nuovo, terribile, attacco ai processi democratici, è il frutto di un’inchiesta approfondita e paziente condotta in solitudine per un anno e mezzo da una giornalista del Guardian, Carol Cadwalladr.  Denunciata per diffamazione da Cambridge Analytica e da Robert Mercer fin dalla pubblicazione del suo primo articolo, è andata avanti con determinazione fino a scovare le prove che confermavano le sue tesi, affiancata dai colleghi di Channel 4 solo al termine del suo percorso.

Ore 12: I meccanismi di condizionamento dei Social network. Nel corso racconteremo questa prova di grande giornalismo e i meccanismi di condizionamento dei social svelati dall’inchiesta e confermati dall’ex dipendente di Cambridge Analytica, Christopher Wylie e dal responsabile per la privacy di Facebook, Sandy Parakilas.