Ex fissa: liquidate 185 posizioni. Atteso l’okay  dei ministeri al prestito Inpgi

In Fnsi, Inpgi by SGV Redazione

Nella seduta del Consiglio Nazionale dell’Ungp che si è tenuto a Roma lo scorso 4 ottobre, il vicedirettore della Fnsi, Tommaso Daquanno, che ha seguito negli scorsi mesi la questione della corresponsione della ex fissa ai colleghi che avevano maturato il diritto ed erano in attesa della liquidazione, ha svolto una esauriente relazione sulla situazione e sulle iniziative svolte dalla Fnsi in accordo con l’Inpgi. In sintesi i dati più interessanti che sono emersi. Innanzitutto con lo stanziamento dichiarato disponibile dalla Commissione paritetica pari a euro 6.776.884, si potevano liquidare le prime 185 posizioni in graduatoria che arrivavano sino al ruolo pensionistico del 04/2011.

Di queste 185 posizioni, 182 sono state chiuse (delle quali liquidate 173, mentre 9 anno rinunciato); 1 verrà liquidata a breve; 2 riguardano giornalisti impossibilitati a muoversi perché malati, ma hanno confermato la volontà di sottoscrivere l’atto conciliativo. Le 9 rinunce hanno consentito di liquidare le successive 7 posizioni che coprono il ruolo pensionistico fino al 05/2011. Le posizioni lavorate rappresentano il 18,7% di un totale di 1029 manifestazioni di interesse alla liquidazione anticipata in forma ridotta della prestazione ex fissa.

Si resta in attesa del via libera del Ministero del Lavoro alla delibera approvata dal Cda dell’Inpgi che stanzia un ulteriore prestito oneroso di 14 milioni di euro al Fondo, che consentirà di operare ulteriori liquidazioni a favore degli aventi diritto che accetteranno la transazione.

Quanti invece non hanno manifestato interesse alla proposta di pagamento anticipato e ridotto, riceveranno, alla scadenza prevista, la rata annuale minima di 3mila euro ricavati dal fondo ex fissa in seguito ai versamenti operati dalla Fieg e che si aggirano tra i 6 e i 9 milioni l’anno.

Testo a cura di Pietro Ruo