Formazione, “L’odio corre nella Rete”, corso a Vicenza

In Formazione, sindacato giornalisti veneto by SGV Redazione

Un tema di stretta attualità quello che verrà affrontato nel corso di formazione dal titolo “L’odio corre nelle Rete” organizzato dall’Ordine dei giornalisti del Veneto, a Vicenza, mercoledì prossimo, 23 settembre, dalle 9.30 alle 13.30 nel Centro congressi Confartigianato in via Fermi 201, con 6 crediti.

Due i docenti, Sabrina Peron, avvocata del Foro di Milano esperta dei Diritti della personalità e del diritto d’autore, giornalista pubblicista, ed Enrico Ferri che sostituisce Monica Andolfatto, segretaria regionale del Sindacato giornalisti Veneto per un impegno inderogabile sopraggiunto. Ferri, giornalista professionista, già segretario Sgv, componente della giunta nazionale e vice segretario della Federazione nazionale della stampa italiana (Fnsi), caposervizio al Mattino di Padova fino al 2010, commissario agli esami di Stato per l’Odg nazionale, esponente della sezione veneta di Articolo21, è studioso di hate speech e di linguaggio inclusivo applicato al linguaggio della cronaca. Collabora con Carta di Roma ed è fra gli autori del libro La passione per la verità, Come contrastare fake news e manipolazioni e costruire un sapere inclusivo, frutto del protocollo siglato fra Università di Padova, Fnsi, Sgv e Articolo 21.

Il corso di Vicenza affronterà la rivoluzione di internet, osservando che da un medium rivoluzionario non conseguono necessariamente contenuti e messaggi rivoluzionari. Anzi, in internet l’imbarbarimento del linguaggio e dei rapporti sociali è ormai un fenomeno dilagante.

 

Prorogato al 31 dicembre il recupero dei crediti

Si ricorda che Comitato Esecutivo del Consiglio nazionale, nella seduta del 15 settembre scorso, ha deliberato di prorogare fino al 31 dicembre 2020 i termini per il recupero dei crediti da parte dei colleghi inadempienti nel precedente triennio formativo. Questa decisione è stata assunta per offrire la possibilità di recuperare il periodo di lockdown collegato all’emergenza Covid-19, durante il quale sono stati sospesi tutti i corsi frontali.

Condividimi: