IL DIRITTO DI CRONACA E I SUOI NEMICI: GIORNALISTI A PADOVA IL 19 OTTOBRE PER LA LIBERTA’ DI STAMPA

In Fnsi, Ordine Giornalisti, Sindacato Giornalisti by SGV Redazione

Una manifestazione nazionale per porre al centro del dibattito l’articolo 21 della Costituzione, ovvero la libertà di stampa, il pluralismo democratico, l’informazione di qualità, per un impegno corale, anche da parte del mondo politico e della società civile, per garantire l’indipendenza dei giornalisti e attuare il principio costituzionale del diritto dovere di cronaca, anche attraverso un intervento legislativo che tolga una volta per tutte l’ambiguità sulla norma del segreto professionale.

L’appuntamento è fissato per venerdì 19 ottobre, dalle 9.30 alle 13.30, a Padova: la Sala Anziani di  Palazzo Moroni, sede del Municipio di Padova (via VIII Febbraio, 6) ospiterà il convegno dal titolo  “Il diritto di cronaca e i suoi nemici. Difesa del segreto professionale, tutela delle fonti, informazione di qualità”, organizzato da Ordine e Sindacato dei giornalisti del Veneto e inserito nel programma della formazione professionale (100 posti disponibili, 6 crediti, iscrizioni sulla piattaforma Sigef).

Tra i relatori figurano Giuseppe Giulietti, presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana e Carlo Verna, presidente dell’Ordine nazionale dei giornalisti. L’avvocatessa Caterina Malavenda parlerà delle norme in vigore, della giurisprudenza della Corte dei diritti dell’uomo e dei rischi che i giornalisti corrono quotidianamente nell’esercizio della professione anche a causa delle minacce sempre più frequenti e delle querele usate come strumento di intimidazione.

Hanno annunciato la presenza il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’editoria, il senatore Vito Crimi, la presidente della Giunta veneta dell’Associazione nazionale magistrati, Caterina Zambotto e il professor Salvatore Sica, consigliere nazionale dell’Ordine degli avvocati e vicepresidente della Scuola superiore dell’Avvocatura.

Sono previste le testimonianze di alcuni colleghi che hanno subito o stanno subendo minacce e intimidazioni, oppure hanno vissuto perquisizioni e sequestri: i veneti  Cristina Genesin e Ario Gervasutti, la sarda Tiziana Simula, la campana Rosaria Federico, il piemontese Gianluca Paolucci, il siciliano Salvo Palazzolo, e il lombardo Andrea Cittadini.

Coordinano la giornata Monica Andolfatto, segretaria del Sindacato giornalisti Veneto e  Gianluca Amadori, presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto.