Anche il Gruppo Gedi veneto sotto attacco: mobilitazione dei giornalisti

In Fnsi, Sindacato Giornalisti by SGV Redazione

Il Sindacato giornalisti Veneto e i cdr veneti del Gruppo Gedi (Il Mattino di Padova, La nuova Venezia, La Tribuna di Treviso e il Corriere delle Alpi) respingono con fermezza gli attacchi mossi dal vicepremier Luigi Di Maio ai  quotidiani, ricordando il ruolo fondamentale svolto nel raccontare i territori e informare i cittadini in nome di un pluralismo dell’informazione che è basilare per la tenuta democratica di un Paese civile: “Noi continueremo a fare il nostro lavoro di giornalisti con serietà e professionalità” è la risposta.

L’informazione non si può abolire per decreto. Contro gli insulti di chi pensa di poter ridurre al silenzio il mondo dell’informazione e di indebolire l’opinione pubblica è necessario non abbassare la guardia e mettere a punto una presa di posizione forte di tutta la categoria. È in atto un attacco all’articolo 21 della Costituzione, al diritto dei cittadini ad essere informati e al diritto dei giornalisti di fare il loro lavoro.

Per questa ragione la Federazione nazionale della Stampa italiana promuove una conferenza stampa insieme con i colleghi dei Comitati di redazione mobilitati contro gli attacchi del vicepremier. L’appuntamento, al quale hanno aderito l’Usigrai e l’Ordine dei giornalisti, è per oggi, martedì 9 ottobre 2018, alle ore 15 nella sede della Fnsi, a Roma.