Direttivo Sgv dedicato alla memoria di Giancarlo Bo

In Sindacato Giornalisti by SGV Redazione

Giornata intensa di formazione e lavoro all’Open Testolini di Mestre dove si è riunito il direttivo del Sindacato dei giornalisti del Veneto, come sempre in sessione aperta a tutte le colleghe e i colleghi. In apertura dei lavori è stata onorata la memoria di Giancarlo Bo, decano della professione e da sempre impegnato sul versante sindacale, le cui esequie saranno celebrate alle 9 di sabato 20 gennaio nella chiesa degli Eremitani a Padova. La sua ricca vicenda umana e giornalistica è stata ripercorsa da Massimo Zennaro e Roberto Reale che lo hanno avuto come capo al Tg Rai del Veneto.

Reale, con Zennaro, ha animato la sessione mattutina che, davvero molto partecipata, ha posto al centro la riflessione su “Verità e oltre la verità”, ossia le sfide poste agli operatori professionali dell’informazione nell’epoca dei social network e della frammentazione dei media. Un contesto che, pur in velocissima progressione, non esime i giornalisti dalla responsabilità che il lavoro di mediazione impone loro, come premessa per garantire accuratezza, qualità, rigore, serietà, verifica delle fonti come antidoto a fake news e discorsi d’odio.  In una parola, credibilità. La discussione è stata affrontata con ricchezza di dati e spunti, con approfondimenti tecnici particolarmente accurati su mezzi di uso comune, ma non per questo meno delicati, quali Facebook e Twitter.

La sessione pomeridiana è stata dedicata alle questioni più strettamente sindacali, con gli interventi dei rappresentanti dei Cdr, che hanno fatto il punto lo stato dell’arte nelle diverse aziende per dipendenti e collaboratori, e dei referenti delle Assostampa territoriali.

Il quadro delineato ha restituito una fotografia a dir poco drammatica sul fronte occupazionale e anche   delle prospettive future sia per quanto riguarda la carta stampata che l’emittenza locale, sullo sfondo anche delle concentrazioni operate dai grandi gruppi editoriali.