Minacce mafiose, solidarietà di Sgv a Paolo Borrometi

In Sindacato Giornalisti by SGV Redazione

Il direttivo del Sindacato giornalisti Veneto esprime solidarietà al collega Paolo Borrometi, colpito ancora una volta da minacce di morte per il proprio impegno contro la mafia e il malaffare. Borrometi, a lungo cronista precario apprezzato per le inchieste sulla criminalità organizzata in Sicilia, ha ricevuto in redazione a Tv2000, dove è stato recentemente assunto, una busta contenente tre chiodi e il messaggio “Picca nai”, letteralmente “Poco ne hai” cioè “Ti è rimasto poco tempo”. Esprimere solidarietà a Borrometi, che è anche presidente dell’associazione Articolo 21, è esprimere solidarietà a tutte le colleghe e i colleghi in pericolo per il proprio lavoro che, anche in Italia, sono decine e decine. Nel 2017, stando ai dati del ministero dell’Interno, sono 126 gli atti intimidatori contro giornalisti nell’esercizio della loro professione. Numeri e fatti che ripropongono l’urgenza che il Parlamento dia corpo a un’efficace azione legislativa per contrastare ogni forma di intimidazione o bavaglio che si declina per minaccia, querela bavaglio, precarietà contrattuale.