Padova, il Messaggero di Sant’Antonio chiude e licenzia tutti. FNSI e Sindacato veneto: «Inaccettabile»

In Fnsi, Sindacato Giornalisti by SGV Redazione

La Federazione nazionale della Stampa italiana e il Sindacato giornalisti Veneto sono al fianco dei colleghi del Messaggero di Sant’Antonio di Padova da oggi in sciopero a oltranza a seguito della comunicazione da parte dell’editore della “chiusura della redazione con la cessazione di tutti i rapporti di lavoro giornalistico”.

FNSI e SGV giudicano inaccettabile, prima ancora della comunicazione in sé, la condotta adottata dalla controparte – nella fattispecie la direzione dei frati – che senza scrupolo alcuno ha tolto dal tavolo – convocato per fare il punto sul contratto di solidarietà attivato da un anno – qualsiasi margine di trattativa.

Una decisione intollerabile nei modi e nel merito a fronte di violazioni contrattuali, fra cui il rifiuto di esibire il bilancio.

«Le perdite economiche, sempre comunicate a voce e senza mai un’analisi puntuale di costi e ricavi, non possono comunque giustificare un tale atteggiamento che fa strame della dignità ancor prima umana che professionale dei lavoratori», affermano il segretario generale della FNSI, Raffaele Lorusso, e la segretaria del Sindacato dei giornalisti del Veneto, Monica Andolfatto.

«Una cosa deve essere ben chiara – proseguono – i frati non possono pensare di chiudere la redazione, licenziare i giornalisti e continuare a pubblicare la rivista cattolica forse più famosa al mondo».