Beppe Donazzan, un serio professionista e un grande appassionato di motori

In Sindacato Giornalisti, Ungp Veneto, Ussi by SGV Redazione

Quando scompare un amico, un collega con il quale hai condiviso gli ultimi anni di carriera al Gazzettino, è anche una parte di te che se ne va.

Beppe è stato per molti anni immerso nel mondo dello sport. Grande appassionato di motori, da Bassano era approdato al Gazzettino fino a diventarne il caposervizio. Ma, oltre al grande lavoro organizzativo di cui si è fatto carico, è stato anche un inviato importante. Ha seguito Olimpiadi invernali ed estive, la Coppa America di vela quando a gareggiare fu “il Moro di Venezia”, per non parlare delle gare automobilistiche di formula 1, i rally o la Parigi-Dakar quando si correva in Africa. Non ha mancato di scrivere libri importanti come quelli dedicati ad Ayrton Senna, Michael Schumaker, al campione di rally Miki Biasion o al “Signor Aprilia”.

Il mio primo impatto con lui è stato nei miei primissimi anni di lavoro al Gazzettino, quando, grazie a mio cognato l’ing. Gianni Marelli, che allora lavorava al reparto corse della Ferrari, seppi che il pilota italoamericano Mario Andretti, sarebbe stato ingaggiato dalla Ferrari. E fu e un piccolo-grande scoop.

Poi, ognuno di noi ha percorso strade diverse all’interno del giornale, salvo poi trovarci, negli ultimi anni di carriera, a lavorare insieme come capiredattori nell’ufficio centrale del Gazzettino. Un’esperienza faticosa, ma resa più interessante grazie al suo apporto, sempre sereno e disponibile ad affrontare senza drammi i problemi che quotidianamente dovevamo sbrogliare. Già allora ci furono le prime avvisaglie di quel male contro cui ha sempre lottato e che l’ha portato via troppo presto. Ci eravamo incontrati un’ultima volta alcuni mesi fa ad una assemblea del gruppo veneto dell’Unione giornalisti pensionati e nonostante le sue condizioni di salute fossero peggiorate, ricordo la sua voglia di stare con i colleghi e parlare ancora una volta di motori.

Ciao Beppe, sono certo che troverai il modo, anche lassù di intervistare Ayrton Senna, il tuo grande mito.

Pietro Ruo

 

I funerali si svolgeranno giovedì 31 gennaio, alle ore 15, nella Chiesa Parrocchiale di Pove del Grappa.

 

 

28/01/2019

Sgv e mondo del giornalismo in lutto: se n’è andato Beppe Donazzan

La notizia è arrivata come una sciabolata. Beppe Donazzan se n’è andato a nemmeno 70 anni, vinto da una malattia che non gli ha dato tregua.

In questo momento il pensiero e l’abbraccio di tutti, Sindacato giornalisti Veneto, Ussi e Ungp regionali va alla moglie e ai figli che gli sono sempre stati vicini e che hanno contribuito a fare di lui un uomo e un collega stimato e apprezzato anche al di fuori della stretta cerchia degli addetti ai lavori.

Con Beppe se ne va una penna arguta e intelligente, curiosa e capace di interpretare luci e ombre di quello che per lui non è mai stato un mestiere bensì una grande, grandissima passione: il giornalismo sportivo e in particolare i motori.

Passione che ha sempre coltivato anche dopo che ha lasciato – andando in pensione – il Gazzettino dove è stato a lungo responsabile della redazione sportiva, concludendo la carriera come caporedattore centrale.

Un giornalista preparato, attento, esperto che scriveva conoscendo dal di dentro la materia che trattava. Per lui e di lui ci parlano anche i libri che ha firmato e che sono diventati dei must e non solo per gli appassionati: fra tutti “Immortale. Ayrton Senna il campione di tutti”, “Michael Schumacher. Simply the best”, “Il signor Aprilia” e “Miki Biason. Storia inedita di un grande campione”.

Ciao Beppe, mancherai a tutti.