Al collega Francesco Jori il Premio alla carriera 2018

In Ordine Giornalisti by SGV Redazione

Già prestigiosa firma del Gazzettino per oltre cinque lustri al giornale, oggi editorialista dei quotidiani locali del gruppo Espresso: va al collega e amico Francesco Jori il Premio alla carriera 2018, istituito dall’Ordine dei giornalisti del Veneto. La consegna ufficiale, venerdì prossimo 23 marzo, in occasione dell’assemblea annuale che si terrà alla Fondazione di Venezia, Calle Larga Ragusei, Dorsoduro 3488/U, convocata per l’approvazione del bilancio consuntivo 2017 e di quello preventivo per il 2018.

L’assemblea, con inizio alle ore 10, si aprirà con le relazioni del presidente dell’Ordine, Gianluca Amadori, e della presidente del Consiglio di disciplina territoriale, Maria Fiorenza Coppari del tesoriere dell’Ordine, Giovanni D’Alessio. Sono previsti gli interventi della segretaria del Sindacato giornalisti Veneto, Monica Andolfatto, del consigliere d’amministrazione dell’INPGI, Massimo Zennaro e del presidente della Casagit, Daniele Cerrato.

Francesco Jori è nato a Padova nel 1946. Laureato in Scienze politiche all’Università di Padova, ha debuttato giovanissimo nel giornalismo, sul Messaggero di Sant’Antonio, con il quale ha collaborato per oltre trent’anni. Giornalista professionista dal 1967, ha lavorato alla redazione di Padova de “il Resto del Carlino”, è poi stato dal 1973 al 1978 capo ufficio stampa della Provincia di Padova, dal 1978 al 1979 responsabile del settore provincia a “Il Mattino di Padova”. Assunto a “Il Gazzettino” nel 1979 è stato inviato speciale, responsabile dell’inserto Nordest, vice direttore; dal 2006 è editorialista dei quotidiani locali del gruppo Espresso. Attualmente docente della Scuola di giornalismo “Dino Buzzati” dell’Ordine Giornalisti del Veneto, è stato professore a contratto di Comunicazione Politica all’università di Padova dal 2002 al 2009, è stato ed è relatore in numerosi corsi di formazione e aggiornamento sulla comunicazione di Ordini professionali e Associazioni di categoria. Ha ricevuto il Premio “Paolo Rizzi” alla carriera giornalistica nel 2014.

Profondo conoscitore del Nordest, osservatore attento e studioso della sua vita sociale e politica, dei suoi problemi e delle sue dinamiche, scrittore vivace, è autore di numerose pubblicazioni, tra le quali i libri “Prigionieri del Nordest”; “Di Nordest non ce n’è uno”; “Dalla Liga alla Lega”; “Senza politica – Cronache di quotidiana autodistruzione”; “C’era una volta il Nordest – Giorgio Lago, vent’anni di giornalismo razza Piave”, con Gianni Riccamboni. Autore di saggi e contributi quali “Dal Triveneto al Nordest”; “C’era una volta il Veneto”; “Identità e istituzioni nel Veneto contemporaneo”; “Alle origini della Liga Veneta (1979-1980)”; “Il Veneto nel secondo Novecento – Politica e istituzioni”; “La stagione del terrorismo a Padova”, ha collaborato con “La storia di tante storie – Giornali e giornalisti del Veneto” dell’Ordine regionale dei giornalisti.

Oltre a numerosi saggi e articoli sui problemi della comunicazione, ha scritto libri di storia, tra i quali: “Storia di Padova”, con Toni Grossi; “Venti anni lunghi due secoli”; “Il Sud del Nord – Il Triveneto 1866-1922”; “Ne uccise più la fame – La Grande Guerra della gente comune nel Triveneto”; “Storia di Vicenza – Dalle origini ai giorni nostri”; “1516 Il primo Ghetto – Storia e storie degli ebrei veneziani”; “Caporetto – La grande battaglia”.

Tra gli altri incarichi ricoperti, quelli di membro del Comitato scientifico del Centro Studi Sebastiano Schiavon di Padova, membro del comitato scientifico della collana “Studi e ricerche per lo sviluppo del territorio – CIRN” dell’università di Padova, membro del Comitato etico per la pratica clinica dell’Istituto Oncologico Veneto, membro del Comitato etico di IRA-Altavita, vice direttore del Centro interdipartimentale di ricerca e servizi “Giorgio Lago” dell’università di Padova.

 

 

Ordine Veneto: assemblea annuale venerdì 23 marzo

In Ordine Giornalisti by SGV Redazione 

L’appuntamento con tutti gli iscritti all’Ordine dei giornalisti del Veneto è per venerdì prossimo 23 marzo alle 10 alla Fondazione di Venezia, Calle Larga Ragusei – Dorsoduro 3488/U per l’approvazione del  bilancio consuntivo 2017 e del bilancio preventivo 2018.

Dopo le relazioni del presidente dell’Ordine regionale, del presidente del Consiglio di disciplina territoriale, del tesoriere dell’Ordine, e dopo la votazione del bilancio, si svolgerà la cerimonia di conferimento del XX Premio alla Carriera, del Premio Under 35 – Claudia Basso, della borsa di studio intitolata a Massimiliano Goattin, del Premio “Pino Amadori”, nonché la premiazione dei giornalisti con 40, 50 e 60 anni di iscrizione alla data dell’assemblea. Nel corso dell’assemblea saranno consegnati i diplomi ai colleghi neo professionisti che hanno superato l’esame di abilitazione.

Si avvisa che, fino alle ore 13, i colleghi che non sono già iscritti a Casagit, potranno ritirare la tessera Casagit Card Open, che consente di accedere a tariffe convenzionate alla rete di strutture sanitarie convenzionate con Casagitservizi. (Per informazioni su Casagit Card Open: www.casagit.it).