3. Premio“Bepi Zanfron”: c’è tempo fino al 21 settembre per partecipare

In assostampa, premio giornalistico by SGV Redazione

C’è tempo fino al 21 settembre per partecipare alla terza edizione del Premio giornalistico intitolato alla memoria di Giuseppe “Bepi” Zanfron, organizzato da Assostampa Belluno e Sindacato giornalisti Veneto per sensibilizzare sui problemi del territorio montano legati in particolare al dissesto idrogeologico ma anche alla montagna considerata come risorsa e opportunità.

Quest’anno il tema prescelto è lo sport in montagna: dal tradizionale sci – nelle sue varie declinazioni (alpino, nordico, ecc.) – per arrivare agli ultimi successi degli ultra-trail, sempre più diffusi in tutto l’arco alpino e non solo, senza dimenticare eventi legati al ciclismo, all’arrampicata e altri ancora.

A essere premiati saranno i servizi giornalistici con foto o riprese video di eventi di sport di montagna o di eventi sportivi ambientati in montagna. Sarà un modo per promuovere e valorizzare la montagna come ambiente sportivo “aperto tutto l’anno”.

Due, come da tradizione, le sezioni previste dal concorso, per ognuna delle quali è previsto un premio del valore di 750 euro: carta stampata e web, e televisione. I lavori, andati in onda o messi online tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2019, potranno essere inviati dagli stessi autori, dai direttori delle testate o dai capiredattori entro le ore 12.00 del 21 settembre 2020, insieme ad un breve curriculum professionale, all’indirizzo premiozanfron@sindacatogiornalistiveneto.it

La terna finalista di ogni categoria sarà resa pubblica 15 giorni prima della cerimonia di consegna del premio.

La premiazione si svolgerà il prossimo 17 ottobre 2020, nella Sala Consiliare del Municipio di Longarone, all’interno delle manifestazioni per il 57. anniversario della tragedia del Vajont; solamente in quell’occasione saranno svelati i nomi dei vincitori.

Accanto agli Enti che patrocinano l’iniziativa dal suo esordio – Regione del Veneto, Provincia di Belluno, Comune di Longarone, Fondazione Vajont e Associazione Bellunesi nel Mondo – da segnalare quest’anno l’ingresso del Consorzio dei Comuni Bim Piave e dell’Unione Stampa Sportiva Italiana del Veneto.

Nella foto Bepi Zanfron , il cui nome è indissolubilmente legato agli scatti del Vajont, è stato un professionista che ha raccontato con le sue fotografie innumerevoli pagine di vita e di cronaca quotidiana, e tra queste lo sport ha rivestito un ruolo importante

BANDO

PREMIO GIORNALISTICO ZANFRON 2020

Condividimi: