Odg, il presidente Verna sposta le elezioni: si vota 15 e 22 novembre

In Uncategorized by SGV Redazione

Pubblichiamo la lettera ai colleghi diffusa dal Consiglio dell’Ordine dei giornalisti del Veneto.

Gentile Collega,

con profondo rammarico siamo costretti a comunicare lo slittamento del voto già fissato per il rinnovo dei nostri organismi rappresentativi (Ordine regionale e Ordine nazionale). 
Diciotto Ordini regionali su venti, in applicazione della determina del presidente nazionale Carlo Verna datata 22 giugno, avevano convocato le assemblee elettorali per le date del 27 settembre, 4 e 11 ottobre 2020. Ma una seconda determina, datata 15 settembre e confermata il 22 settembre, emessa dallo stesso Verna, ha spostato a nuova data la consultazione elettorale. Ciò è avvenuto a termini di legge scaduti e non tenendo in considerazione le procedure attivate regolarmente, entro il 12 settembre, dai diciotto Ordini regionali per il voto. Tale decisione comporterà inevitabilmente una ingente inutile spesa per ciascun Ordine, specie per la duplicazione delle comunicazioni obbligatorie di legge, spreco di cui il nostro Consiglio non è ovviamente in alcun modo responsabile avendo sempre rispettato scrupolosamente la legge e cercato fino ad oggi di evitare tale spiacevole conclusione. Tutto ciò si è verificato a seguito del fatto che gli Ordini di Lombardia e Campania non hanno ritenuto di convocare le assemblee elettorali nei termini prescritti, senza alcuna giustificazione obiettiva. Va sottolineato che in questi giorni i cittadini italiani hanno regolarmente votato in tutta Italia, rispettando le norme anti Covid e sia in Campania che in Lombardia altri Ordini professionali hanno svolto le proprie elezioni in presenza e con modalità del tutto analoghe e quelle dei giornalisti. Ma il presidente dell’Odg nazionale ha ritenuto di revocare la data delle elezioni già fissate individuando nuove date – 8 novembre in prima convocazione (valida solo se si recherà a votare il 50 per cento degli aventi diritto, e dunque destinata ad andare a vuoto); 15 novembre in seconda convocazione e 22 novembre in caso di ballottaggio – con la relativa proroga dei termini della scadenza degli organi costituiti, in scadenza nella seconda metà di ottobre.
Non si è voluto tener conto che in questo modo venivano bruciati decine e decine di migliaia di euro in tutta Italia e che con questo rinvio i rischi riguardanti l’emergenza Covid potrebbero aumentare e non diminuire.

Ci teniamo a fare presente ai nostri iscritti che non è dipeso in alcun modo da noi il tardivo annullamento della convocazione delle assemblee elettorali fissate a partire dal prossimo 27 settembre. Provvederemo all’invio dei nuovi avvisi di convocazione nei termini di legge, indicando luogo e orari di votazione, quando avremo la certezza che un nuovo atto del presidente Verna non modifichi questa sua non condivisibile decisione determinando un nuovo spreco di denaro degli iscritti.

Il Consiglio dell’Ordine dei giornalisti del Veneto

MINORANZE LINGUISTICHE

I colleghi che vogliono autodichiarare l’appartenenza ad una delle minoranze linguistiche riconosciute in Veneto e partecipare al Collego unico nazionale possono farlo entro il prossimo 19 ottobre compilando il seguente modulo.

Condividimi: