Assostampa padovana e polesana: piena solidarietà ai soci radiati dal Gist

In Gruppi di specializzazione, Sindacale by SGV Redazione

I direttivi delle Assostampa di Padova e di Rovigo esprimono solidarietà e vicinanza ai soci, in particolare quelli padovani e quelli polesani, radiati dal gruppo di specializzazione Gist per essersi opposti dall’uscita dalla Fnsi promossa da Sabrina Talarico nella sua veste di presidente di un consiglio in prorogatio. Il tutto a fronte della convocazione di un’assemblea tutt’ora sub iudice.

Di seguito i due comunicati

Il direttivo dell’Associazione Stampa Padovana esprime solidarietà ai colleghi padovani radiati dal Gruppo italiano stampa turistica (Gist) dopo essersi opposti all’uscita del gruppo di specializzazione dalla Fnsi e in seguito alla decisione di rivolgersi ai probiviri del Sindacato giornalisti del Veneto per chiedere a un ente terzo la verifica dei procedimenti adottati in un’assemblea sulla quale pende ancora il giudizio della magistratura ordinaria. I colleghi, che fanno parte dell’Associazione Stampa Padovana, da anni erano iscritti al Gist e ne hanno contribuito alla crescita. Come ha sottolineato recentemente il Sindacato giornalisti del Veneto, i giornalisti radiati (se ne contano 19 da giugno a oggi in tutta Italia), “sono colleghe e colleghi da sempre iscritti al sindacato, perché ne condividono i principi e i valori che stanno alla base non solo del patto associativo ma anche della stessa professione, così come declinata dal Testo unico dei doveri del giornalista”. L’Associazione Stampa Padovana, nell’esprimere lo sconcerto per la misura adottata, auspica che possa presto avvenire un chiarimento perché ora più che mai la nostra categoria deve essere unita per affrontare i problemi e le sfide del mondo della professione che sono sotto gli occhi di tutti.

L’Associazione polesana della Stampa esprime la totale solidarietà ai soci Gist, a tutti e in particolare a quelli rodigini, che hanno scelto di restare all’interno della Fnsi. I colleghi sono stati radiati dal Gruppo italiano stampa turistica dopo essersi opposti all’uscita del gruppo di specializzazione dalla Fnsi e in seguito alla decisione di rivolgersi ai probiviri del Sindacato giornalisti del Veneto per chiedere a un ente terzo la verifica dei procedimenti adottati in un’assemblea sulla quale pende ancora il giudizio della magistratura ordinaria.

I colleghi, che fanno parte dell’Associazione polesana della Stampa, da anni erano iscritti al Gist e ne hanno contribuito allo sviluppo. Come ha sottolineato recentemente il Sindacato giornalisti del Veneto, i giornalisti radiati (se ne contano una ventina in tutta Italia), “sono colleghe e colleghi da sempre iscritti al sindacato, perché ne condividono i principi e i valori che stanno alla base non solo del patto associativo ma anche della stessa professione, così come declinata dal Testo unico dei doveri del giornalista”.

L’Associazione polesana della Stampa esprime lo sconcerto per la misura adottata, che ha lo scopo di togliere di mezzo coloro i quali si oppongono alla decisione della presidente Sabrina Talarico di portare fuori dalla Federazione il gruppo di specializzazione della stampa turistica, dopo che ripetutamente la stessa Federazione aveva chiesto alla stessa presidente di mettere ordine nelle iscrizioni, cancellando dagli aderenti coloro che non risultavano iscritti al sindacato così come stabilito dallo statuto. L’Associazione polesana della stampa attende l’esito delle azioni legali in corso e auspica che possa presto avvenire un chiarimento utile a mantenere l’unità della nostra categoria.

Condividimi: