Sciopero Poligrafici Editoriale, la vicinanza del sindaco e dei consiglieri comunali di Rovigo e della consigliera regionale Bartelle

In Sindacato Giornalisti by SGV Redazione

Anche le istituzioni al fianco dei colleghi della Poligrafici Editoriale e del Resto del Carlino di Rovigo. Di seguito le note diffuse dal sindaco Edoardo Gaffeo e dalla consigliera regionale Patrizia Bartelle.

Edoardo Gaffeo – “Esprimo piena solidarietà ai giornalisti della Poligrafici Editoriale, che hanno deciso di proclamare sciopero nelle giornate di oggi e domani. Non entro nel merito della manifestazione, ma la mia vuole essere una testimonianza di vicinanza a un settore che da anni è in crisi. Purtroppo anche l’editoria subisce la politica dei tagli, questo a discapito di una buona, ampia e corretta informazione”.

Patrizia Bartelle (Veneto 2020 – Italia in Comune) – “Come polesana sono cresciuta leggendo ‘Il Resto del Carlino di Rovigo’ che negli anni è sempre stato un riferimento di buon giornalismo. Scoprire che la società editoriale a cui fa capo ha predisposto un piano aziendale talmente duro da indurre i lavoratori delle varie testate a scioperare per due giorni mi sconforta. La professione del giornalista ha un’importante utilità sociale perché mette in condizioni tutti di essere informati, funzione quanto mai importante in questi giorni in cui tra notizie spazzatura troppo spesso diffuse on line e repressione della libertà di stampa galoppante (un esempio su tutti la Turchia in merito alla questione siriana), bisognerebbe investire quanto più possibile nell’informazione”.

Michele Aretusini (Capogruppo Lega – Comune di Rovigo) – “Esprimo preoccupazione davanti alla notizia di un piano di ristrutturazione presentato dalla Poligrafici Editoriale che coinvolgerebbe le testate il Resto del Carlino,  QN, Quotidiano.net e il Giorno e delle due giornate di sciopero proclamate per domenica 27 ottobre e lunedì 28 ottobre 2019 dai giornalisti. Il Resto del Carlino rappresenta una voce importante di informazione e approfondimento, che garantisce, insieme agli altri media presenti, la pluralità di informazione che da sempre caratterizza il panorama giornalistico locale. Per questo ci auguriamo che la situazione possa trovare una soluzione positiva e condivisa che salvaguardi i posti di lavoro e le professionalità in campo”.

Condividimi: