Sostegno Covid alle partite Iva, richieste on line dal 30 marzo

In Lavoro autonomo by SGV Redazione

Emergenza Covid-19, dal 30 marzo e fino al 28 maggio 2021 i giornalisti con partita Iva potranno richiedere il contributo a fondo perduto per i liberi professionisti: la domanda va presentata on line  attraverso le funzioni che saranno messe a disposizione dall’Agenzia delle Entrate all’interno di Fisconline, al quale ciascun giornalista potrà accedere autonomamente con le proprie credenziali.

Dovrà essere dimostrato, nel confronto tra 2019 e 2020, un calo almeno del 30% sul fatturato medio mensile. Per ricavi e compensi entro i 100.000 euro annui, verrà ristorato il 60% della perdita media mensile. In ogni caso, in presenza di requisiti, il contributo non sarà mai inferiore ai 1.000 euro.

Il contributo minimo di 1.000 euro verrà assicurato anche a chi ha aperto partita Iva tra l’1 gennaio 2020 e il 23 marzo 2021.

La liquidazione della somma potrà essere richiesta sul proprio conto corrente o come credito d’imposta a compensazione. Modulo e procedura sono consultabili sul sito dell’Agenzia delle Entrate (Normativa e prassi – Provvedimento del 23 marzo 2021 – Agenzia delle Entrate).

Gli iscritti al Sindacato giornalisti Veneto (Sgv) potranno richiedere l’assistenza del servizio Fiscogiornalisti, assicurato dallo Studio Giacobelli di Ancona con tariffe convenzionate: mail: giornalisti@studiocommerciale.cc

 

Per approfondire rimandiamo al punto 5 alle Faq aggiornate pubblicate sul sito della Fnsi a cura del direttore Tommaso Daquanno

Condividimi: