Padrin, presidente della Provincia di Belluno: «Gedi, tutelare l’informazione locale»

In Sindacale by SGV Redazione

«Non possiamo correre il rischio di perdere pezzi di informazione. Ne va della qualità del sistema democratico». Lo scrive il presidente della Provincia di Belluno, Roberto Padrin, in una nota relativa alla situazione dei giornali veneti del Gruppo Gedi – di cui fa parte la testata bellunese “Corriere delle Alpi” – in mobilitazione dopo le voci di cessioni imminenti non smentite dalla proprietà.

«I quotidiani locali rappresentano un presidio imprescindibile di informazione. E l’informazione è la base della democrazia e della libertà. Conosco la serietà e la professionalità del lavoro dei giornalisti e degli operatori del Corriere delle Alpi e delle altre testate Gedi del Veneto. Sono le antenne di un territorio vivo e vitale, fiammelle di luce che ci aiutano a leggere la quotidianità raccogliendo fatti e raccontandoli. Esprimo loro solidarietà e mi unisco alle voci già alzatesi a tutela di questi giornali: non si tratta solo di difendere posti di lavoro, ma presidi democratici, da un rischio, quello della chiusura, che non può essere scongiurato neppure con i rumors secondo cui diverse testate sarebbero in procinto di passare sotto un’altra proprietà. Perché in editoria la dimensione conta e solo un’azienda con le spalle larghe può assorbire i colpi e mettere in atto sinergie ed economie di scala, funzionali non solo ai bilanci delle società ma anche all’attività giornalistica e al dovere di cronaca dei giornalisti e al diritto all’informazione dei cittadini».

Condividimi: