Zaia incontra i giornalisti: «Il vostro è un ruolo indispensabile»

In Sindacale by SGV Redazione

Nel consueto incontro di fine anno con la stampa, il presidente della Regione Luca Zaia, ha voluto aprire il suo intervento con un ringraziamento sincero a tutte le giornaliste e a tutti i giornalisti: «Per voi – ha detto rivolgendosi a cronisti e direttori – non è un momento facile. Non lo è per nessuno, nemmeno per noi amministratori,  voglio esprimere la mia solidarietà a tutti i giornalisti del Veneto e non solo che hanno subito e subiscono attacchi per il semplice fatto di aver svolto il proprio mestiere: informare i cittadini».

Il riferimento va alle aggressioni fisiche e verbali, ai linciaggi social che spesso provengono dalla platea dei no vax che individua nei giornalisti, negli amministratori, nei sanitari che si impegnano «in prima linea nella guerra contro il Covid» a favore dell’immunizzazione per sconfiggere il Covid, un bersaglio facile da colpire e da colpevolizzare.

Zaia ha anche ricordato due cari colleghi che ci hanno lasciato in questo 2021: Vittoria Magno e Leopoldo Pietragnoli.

A nome di tutte le colleghe e i colleghi hanno parlato la segretaria regionale del Sindacato giornalisti Veneto, Monica Andolfatto, e il neo eletto presidente dell’Ordine regionale dei giornalisti, Giuliano Gargano.

Andolfatto, nel ringraziare il presidente Zaia per le sue numerose attestazioni pubbliche nelle quali ha sottolineato l’importanza fondamentale dell’informazione di qualità, professionale, verificata – che per essere tale non può essere precaria o sottopagata – nel raccontare la realtà locale e la pandemia,  ha ricordato l’impegno preso dallo stesso Zaia con il presidente della Fnsi, Giuseppe Giulietti,  per lanciare dal Veneto un “manifesto contro la violenza no vax” che metta attorno allo stesso tavolo tutte le professioni sotto attacco. E ha anche sottolineato la presa di posizione pubblica di Zaia contro il taglio all’edizione notturna del tg regionale della Rai, vissuto come un taglio inaccettabile alla voce del territorio e che ha portato i colleghi a scioperare il prossimo 29 dicembre.

 

Condividimi: