Dignità, lavoro, libertà: Sgv aderisce alla manifestazione nazionale di Cgil, Cisl e Uil

In Sindacale by SGV Redazione

Ripartiamo insieme rimettendo al centro dell’azione politica il lavoro. Il Sindacato giornalisti Veneto aderisce alla mobilitazione nazionale promossa per domani sabato 26 giugno da Cgil, Cisl e Uil, con eventi a Bari, Firenze e Torino. Il consiglio direttivo regionale, riunitosi oggi 25 giugno, è convinto che si tratti di una vertenza che coinvolge tutti da vicino, nessuno escluso. Il lavoro è dignità, il lavoro è libertà, il lavoro è democrazia. E non c’è informazione qualificata e autonoma senza lavoro.

Occorre sensibilizzare istituzioni e cittadinanza sull’emergenza occupazionale che sta vivendo il Paese e che si è abbattuta e si abbatte in maniera ancor più pesante sul  settore editoriale travolto dall’emorragia occupazionale, dal dilagare del precariato selvaggio con cronisti pagati pochi euro a pezzo, dai finti contratti di lavoro autonomo, dalle querele bavaglio.

Gli editori non investono e ricorrono di continuo a stati di crisi scaricati sulla categoria, sull’Inpgi, il nostro istituto di previdenza che sta rischiando il tracollo. 

L’informazione è stata considerata fra i servizi essenziali anche nelle fasi più dure di lockdown ed è ritenuta infrastruttura fondamentale per la democrazia: è tempo che il Governo dimostri nei fatti che la stampa è centrale perché l’informazione non può essere libera e di qualità senza tutele retributive, previdenziali, legislative contro le querele bavaglio e le minacce, le aggressioni.

Per chi crede, come noi, che il lavoro sia presupposto irrinunciabile per la convivenza civile e per la crescita democratica del Paese è un dovere essere al fianco di Cgil, Cisl e Uil.

Condividimi: